Avete bisogno dei file 2D o 3D dei nostri prodotti? Registratevi qui per accedere all'area download.

Facebook-link Facebook  /  Instagram-link Instagram  /  Pinterest-link Pinterest  /  Twitter-bird-light-bgs @agapedesign
 /  De_club de club
 
ITA / ENG
 

 

Prodotti

  • Categorie
  • Anteprime
  • Cataloghi
  • Download
  • Referenze
  • Notizie

    Press

    l'Azienda

    Contatti

    Assistenza

     
     

    Contract — Babylonstoren, Simonsberg

     
     

     
    Nazione: Sudafrica
    Progettista: Karen Roos
    Tipologia: hotel
     

    Si chiamavano werf le antiche corti in stile Cape Dutch, tipiche della provincia del Capo in Sudafrica, dalle forme morbide e i massicci muri bianchi. Babylonstoren è tra quelle meglio conservate e le sue origini risalgono al 1690. Situati tra le montagne a 60 km da Città del Capo, la casa padronale e gli 11 cottage sono stati ristrutturati dalla proprietaria Karen Roos e dalmarito nel rigoroso rispetto della loro storia ma con decisi interventi contemporanei.

    I cottage mantengono infatti il loro stile originario ma ospitano arredi moderni e accolgono l’inserimento di un elemento di vetro per contenere una piccola cucina, in una commistione di stili che appare del tutto naturale. Con lo stesso spirito, l’antico kraal è stato trasformato nel ristorante Babel, i cui piatti, semplici ma creativi, utilizzano esclusivamente prodotti cresciuti in loco.

    Gli edifici si trovano infatti nel cuore di 3 ettari di giardini – quasi un omaggio ai Company’s Gardensdi Cape Town che una volta rifornivano di cibo e acqua fresca le navi di passaggio tra Asia ed Europa – e le oltre 300 varietà di piante che vi vengono coltivate sono tutte commestibili.

    Il farm hotel propone così una riedizione dell’esperienza tradizionale della fattoria, incoraggiando gli ospiti a muoversi tra frutti, erbe e verdure, ad assaggiare il pane cotto nel forno a legna, a partecipare personalmente alla semina e al raccolto. Completano questa esperienza unica la Spa, con l’hammam di marmo, e il negozio, che vende i rinomati vini prodotti nella fattoria e nei dintorni della tenuta, formaggi e altre delizie locali.

    In questa cornice, e in particolare nel cottage Room 12, si inserisce armoniosamente la vasca Vieques disegnata da Patricia Urquiola, in acciaio e qui nella versione bianca sia all’interno che all’esterno, completata dal poggiaschiena in teak. Guardando al passato, offre una rivisitazione in chiave contemporanea delle vasche da bagno in ghisa e si pone come un’interpretazione sintonica ma al contempo personale dello spirito del luogo.


    photography: Karen Roos