Agape

residential. Una grande casa degli inizi del ‘900 a nord di  Vedbæk, Trørød, in Danimarca, cattura tutta la luce esterna  e la custodisce al suo interno come un dono prezioso.  434 metri quadrati, più 120 di seminterrato, progettati  per accogliere una famiglia e creare un ambiente sereno  e dinamico. Sono queste le intuizioni da cui l’interior designer e art director danese Stine Langvad è partita  per creare un concept abitativo in divenire. Il progetto  non segue, quindi, regole o tendenze, ma si propone di  mettere a fuoco uno stile interiore: una casa in continuo sviluppo che si arricchisce quotidianamente con le  abitudini di chi la abita.Un luogo da scoprire, spazio dopo spazio, a cominciare dall’entrata che rivela subito i toni chiari e  neutri degli interni, in netto contrasto con il legno  nero trattato con olio di lino degli esterni. Le delicate sfumature di grigio delle stanze creano una base cromatica luminosa e di grande respiro, che esalta i colori accesi di alcuni oggetti e complementi di arredamento, dosati con perizia. Il risultato è un ambiente di grande armonia e  vitalità, che invita a vivere la casa seguendo gli umori del momento, dalle situazioni di convivialità a quelle di relax  o di studio. Ampi volumi si alternano a stanze dalle atmosfere più raccolte, dal soggiorno luminoso alla  piccola biblioteca, dalla grande sala da pranzo al  suggestivo giardino d’inverno.Il disegno degli interni rivela una sorta di rispetto  per l’anima e l’architettura dell’abitazione, e in questa ottica molti elementi originali sono stati recuperati e mantenuti, come le piastrelle della cucina e la boiserie di alcune stanze. L’allestimento degli spazi, tuttavia, dialoga costantemente con uno stile moderno e con le esigenze pratiche della vita quotidiana, e sviluppa un mix molto interessante fatto di suggestioni contemporanee e  particolari vintage. Questa stessa mescolanza di linguaggi è chiaramente espressa in uno dei bagni della casa, in cui le piastrelle scure fatte a mano, dal sapore artigianale ma moderno, si sposano alla perfezione con Ottocento di Benedini Associati in Cristalplant® biobased, che si ispira alle antiche vasche in ghisa e le interpreta in chiave contemporanea per rispondere alle attuali esigenze di comfort ed eleganza. Completa l’allestimento della stanza il versatile e pratico elemento in rovere Stairs, che si appoggia semplicemente alla parete senza fori di fissaggio.

Prodotti nel progetto

Ottocento
Vasche / free-standing
design Benedini Associati, 2010

Architetto

Stine Langvad

Interior designer principalmente per residenze private, piccole imprese, graphic design freelance, direzione artistica, illustrazione di libri e riviste e film per aziende.

Richiedi informazioni