Agape

residential. Quello tra Matali Crasset e la coppia di albergatori Patrick Elouarghi e Philippe Chatelet è un sodalizio artistico divenuto amicizia: la versatile architetto e designer con studio a Belleville ha già progettato per loro i futuribili hotel Hi Life di Nizza, di Parigi e di Nefta, in Tunisia, e insieme hanno sviluppato un vero e proprio nuovo concept di ospitalità.  Oggi è di Matali la mano che firma l’abitazione privata dei due, un appartamento sui tetti all’ultimo piano di un elegante palazzo di Nizza vicino al mare.Con spirito sperimentatore ma attentissimo all’ambiente e ai suoi rituali “antropologici” – una costante del lavoro della Crasset – gli spazi dell’alloggio sono stati riconvertiti all’insegna dell’apertura e della leggerezza, così i soffitti sono stati alzati e alcune camere di servizio unite in un solo volume riverniciato di bianco. Dappertutto gli effetti cromatici sono studiati in modo quasi virtuosistico, giocando tra il bianco dominante delle pareti e dell’arredo, nelle sue diverse sfumature, e una squillante nota di colore a contrasto, come quella della scala a chiocciola verde bottiglia col suo carattere quasi scultoreo, quella della cucina gialla o i lampi arancione di una delle stanze da bagno. Altrettanto raffinato è lo studio della luce, evidente per esempio nell’imponente infilata di finestre della zona giorno, che crea effetti di chiaroscuro in perenne trasformazione nell’arco della giornata. La zona notte invece è di una semplicità quasi eterea e la  mansarda con le travi candide sembra poeticamente protesa verso i tetti di Nizza. In continuità stilistica e cromatica col resto della casa sono i bagni: quello immacolato con contrasti arancione, dove la perfetta circolarità di vasca e lavabo In-Out (con rubinetteria Fez) trova un contrappunto negli elementi tondi colorati che si spalancano sul soffitto, quasi soli allo zenith, nello specchio Bucatini e nella lampada da parete 125C; e il secondo, cinto da una striscia verde smeraldo, in cui si posa con grande personalità la versione bicolore della vasca Vieques di Patricia Urquiola, con rubinetteria Memory.

Prodotti nel progetto

125 C
Illuminazione / a parete
design Benedini Associati, 1999

Bucatini
Specchi / senza luce
design Fabio Bortolani, Ermanno Righi, 1997

Fusilli
Specchi / senza luce
design Benedini Associati, 1997

In-Out
Vasche / free-standing
design Benedini Associati, 2009

Vieques
Vasche / free-standing
design Patricia Urquiola, 2008

Architetto

Matali Crasset

Nata il 28 luglio 1965 a Chalons en Champagne, laureata presso l'Atelier Ecole Nationale Supérieure de Création Industrielle, Matali Crasset è una designer industriale.

Richiedi informazioni